blog per andare in viaggio e viaggiare ovunque nel mondo, consigli, guide, e molto altro. Racconti esperienze di viaggio
blog per andare in viaggio e viaggiare ovunque nel mondo, consigli, guide, e molto altro. Racconti esperienze di viaggio
blog per andare in viaggio e viaggiare ovunque nel mondo, consigli, guide, e molto altro. Racconti esperienze di viaggio
Venerdì, 29 Agosto 2014 00:00

Vamos a la playa di Ao Prao

Written by 
Rate this item
(0 votes)

Il secondo giorno a Koh Samet inizia un po’ pigramente: in fin dei conti siamo spiaggiati su un’isola abbastanza piccola, le cui uniche attrazioni sono le spiagge. Perché, allora, avere fretta di precipitarsi fuori dalla stanza?

Come al solito la prima cosa da fare una volta messo piede fuori dal bungalow è la colazione.

Ritenevamo, ingenuamente, di avere meno problemi a trovare una colazione di tipo italiano, o almeno inglese: la sera prima, infatti, attraversando il paese, avevamo adocchiato dei baretti che ci ispiravano fiducia. La scelta però si rivela sbagliata, non tanto per la colazione in sé (ordiniamo una English ed un pancake), ma perché l’attesa dei piatti diventa abbastanza snervante e dobbiamo attendere per quasi mezz’ora nonostante siamo gli unici avventori.

Dopo esserci riempiti lo stomaco, partiamo alla volta della spiaggia di Ao Prao, dove, per 30 Bath, noleggiamo due sdraio ed un ombrellone che ci fornisca un po’ di riparo dal sole. Scegliamo questa spiaggia, accanto alla più rinomata e "in" Sai Kaew Beach, in quanto è più tranquilla e meno frequentata.

La giornata passa pigramente tra una sguazzata in acqua, un po’ di sole, due tiri (da schiappe) a racchettoni ed un pranzo al sacco con due sandwich comprati al Seven, lungo la strada.

Ci fanno compagnia, a tratti, i cani randagi, che qui in Thailandia scorazzano liberi. Ma noi non diamo attenzione a loro e loro non ne danno a noi.

Verso le 17.30 vengono ritirati sdraio ed ombrelloni: la circostanza non deve stupire poiché verso le 18.00 qui comincia l’imbrunire.

Decidiamo quindi di tornare all’alloggio, fare una doccia rinfrescante e uscire verso l’ora di cena.

Optiamo per una cena romantica in un ristorantino, in stile occidentale, situato sulla medesima spiaggia del pomeriggio: tavolini e sede di legno sulla sabbia bianca finissima, una luce soffusa proveniente dalle lampade a forma di stella di vario colore, agganciate ai rami delle piante, piccole candele ad illuminare i volti degli avventori. Lo stile occidentale, però, non deve trarre in inganno: la cucina è (anche) thailandese e proprio qui, a detta di lui, assaggiamo la pietanza più piccante di tutto il nostro viaggio!

Terminata la nostra cenetta, torniamo verso il bungalow con le prime gocce di temporale tropicale..

 

Read 6657 times Last modified on Lunedì, 24 Novembre 2014 11:58

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna